SPORT | Volley stagione agonistica 2011/2012 – Raduno Arbitri Ruolo A

PESARO. Il sole ed il mare cristallino hanno fatto da cornice al raduno pre-campionato degli arbitri di pallavolo ruolo A, svoltosi a Pesaro il 23 e 24 settembre e culminato con la consegna delle nuovissime divise.

Una tappa tradizionale per rodare al meglio la macchina in vista della partenza di un campionato che è tra i più qualificati al mondo.

95 i fischietti in organico che hanno vissuto due giorni di full immersion tra regole, lezioni e bilanci in vista di una stagione compressa che culmina con le Olimpiadi di Londra e che, ricorda Domenico De Luca, Coordinatore Nazionale Settore Ufficiali di Gara, vede ai nastri di partenza anche molte donne.

La convention si è aperta con il saluto degli anfitrioni, il presidente del Comitato Regionale Marche Fipav Brasili e di quello Provinciale Franchini, ed ha ha visto alternarsi interventi programmatici e tecnici tra cui ha fatto registrare il picco di attenzione quello del dottor Alberto Cei, psicologo dello sport, che ha affrontato le problematiche relative alla gestione della gara.

Del resto il miglioramento della qualità della prestazione in ogni suo aspetto è d’obbligo per un gruppo di non professionisti cui viene richiesta una grande professionalità, come conferma Vito Sante Achille, Commissario Ruolo A Fipav.

Una qualità di servizio che la Fipav vuole esprimere ad ogni livello e che non può prescindere dalla selezione, quindi da numeri importanti frutto di reclutamento e formazione.

Sono questi i due input che muovono la politica federale di sviluppo illustrata da due tra i massimi dirigenti del Settore: il Consigliere Federale Giorgio Giusfredi ed il Responsabile Tecnico Benito Montesi.

Un settore dunque in buona salute ed ancor più buona forma che esprime numerose eccellenze internazionali, ma che non si culla sugli allori perché è in campo, giorno dopo giorno, che si tirano le somme.

[fblike style=”button_count” showfaces=”false” verb=”like” font=”arial”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *