IMPRESE | SBILANCIAMOCI! 2012 | Servizio al Forum di Capodarco

Europa, lavoro, protezione sociale, giovani, produzioni sostenibili, meno spesa militare, redistribuire il reddito. Sono queste le sette proposte uscite dalla discussione alla Controcernobbio che si è svolta a Capodarco di Fermo, nelle Marche, il 7-9 settembre 2012.

L’incontro con l’economia reale comincia con Don Vinicio Albanesi [guarda l’intervista]responsabile nazionale della Comunità di Capodarco e docente di Diritto canonico presso l’Istituto Teologico Marchigiano, per vocazione vicino alla gente, anche nei giorni meno sereni.

Mario Pianta, docente di politica economica all’Università di Urbino, ci spiega in un’intervista [guarda l’intervista] quanto sia necessario cambiare radicalmente la prospettiva delle politiche pubbliche, e seguire una maggiore salvaguardia dell’ambiente anziché economie di mercato puramente liberiste.

Cinque sessioni plenarie, sette gruppi di lavoro, due tavole rotonde e oltre settanta relatori si sono alternati nel corso del Forum durante i tre giorni di confronto dai quali sono emerse indicazioni di rilievo nell’analisi del pensiero economico attuale, come quella di Peter Kammerer [guarda l’intervento], Docente di Sociologia presso la Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università degli Studi di Urbino.

Sbilanciamoci 2012 ha chiuso i lavori in assemblea plenaria sulla splendida terrazza della Comunità di Capodarco dove, tra gli interventi di rilievo come quello dell’ on. Vendola, ha spiccato la dettagliata analisi delle istituzioni politiche, economiche e sociali di Carlo Donolo [guarda l’intervento], dell’Università La Sapienza di Roma.

Il forum di Sbilanciamoci 2012 è stato un fine settimana portatore di seminari e incontri di animazione culturale per indirizzare la politica, l’economia e la società verso la realizzazione dei principi della solidarietà, dell’eguaglianza e della sostenibilità.

Infatti, la campagna Sbilanciamoci!, di cui il Forum è il braccio operativo, parte dal presupposto che è necessario cambiare radicalmente la prospettiva delle politiche pubbliche modificando le priorità economiche e sociali per rimettere al centro i diritti delle persone, di un mondo più solidale e la salvaguardia dell’ambiente anziché di un’ economia di mercato fondata su privilegi, sprechi, diseguaglianze. Nei suoi sette anni di attività, la campagna ha elaborato strumenti di ricerca, analisi critiche e proposte che sono parte essenziale della sua attività di informazione.

 

ALTRE INFO http://www.sbilanciamoci.org/

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *