CULTURA | Comune di Treia – Anche Treia ha fatto l’Italia – Fatti e personaggi del Risorgimento Treiese – Talk show storico-divulgativo in collaborazione con il Professor Alberto Meriggi

“Anche Treia ha fatto l’ Italia” è il titolo di una interessante conferenza divulgativa frutto della collaborazione tra il Comune di Treia ed il professor Alberto Meriggi a cui si deve un lungo lavoro di studio della storia cittadina culminato nella pubblicazione di numerosi scritti di alto valore scientifico.

Strutturata come un talk show, la conferenza ha preso spunto dalla presenza nella storia del Risorgimento italiano di figure leggendarie treiesi. In primis quella di Carlo Didimi, fuoriclasse del pallone col bracciale e patriota portato ad esempio della gioventù da Giacomo Leopardi nella sua A un vincitore nel pallone: Quindi quelle di Filippo Pierucci, Luigi Bonvecchi e Giovanni Sacchi, treiesi che si unirono alle truppe garibaldine.

Per raccontare una storia così avvincente come quella del Risorgimento a firma treiese, proprio di fronte alla camicia rossa indossata da Filippo Pierucci, si sono succeduti il rigore storico-narrativo del professor Meriggi e del professor Gilberto Piccinini (Presidente della Deputazione di Storia Patria per le Marche), la lettura dramaturgica di poesie e documenti d’epoca e le straordinarie ballate popolari del compianto Peppe de Birtina, nonché un contributo d’eccezione come  la partecipazione, tra i pronipoti delle eroiche figure raccontate, di Anita Garibaldi Jallet (guarda l’intervista).

E proprio l’incontro con la signora Garibaldi ha fatto scoprire ad una città come Treia (in cui il binomio campione nello sport e nella vita viene ribadito ogni anno con la disfida del bracciale dedicata a Carlo Didimi) che, non solo Leopardi, ma anche Garibaldi era dello stesso avviso.

Tra storia ed aneddoti, il racconto si è dipanato con una forza di impatto difficilmente ripetibile aprendo al numeroso pubblico presente una finestra su un periodo storico che merita di essere approfondito.

[fblike style=”button_count” showfaces=”false” verb=”like” font=”arial”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *