SPORT | A Castelraimondo la Tirreno-Adriatico

Lo sport d’eccellenza per promuovere le eccellenze del territorio

Il 13 marzo, nell’anno in cui celebra i 700 anni dalla fondazione del Comune, Castelraimondo è protagonista dell’arrivo della quinta tappa della Tirreno Adriatico, classica internazionale del ciclismo. 240 km da “scalatori”, la tappa, che partirà da Chieti, è ritenuta una delle più dure: eccola in dettaglio. I tempi riportati sono stati calcolati dall’organizzazione in base alla velocità di percorrenza tra i 33 ed i 37 km orari, ove riportato un solo tempo è riferito al primo transito.
La tappa entrerà in territorio marchigiano alle 11.33 attraverso la provincia di Ascoli Piceno, proseguirà per quella di Fermo e, dopo il rifornimento a Comunanza, dovrebbe essere ad Amandola tra le 12.53 e le 13.18. Traguardo speciale a Sarnano tra le 13.12 e le 13.39. Premio della montagna con la “Cima Coppi” della tappa, i 1455 metri di Sassotetto tra le 13.35 e le 14.06.
Discesa per Bolognola, Acquacanina (ore 13.58 per i più veloci), San Lorenzo al Lago, Fiastra (14.03), Cicconi, San Marco, San Lorenzo in Colpolina, Polverina (14.20), Sfercia, sino al bivio per Camerino lungo la muccese. Transito per le Caselle, lungo la strada provinciale 17 (ore 14.37), dove inizia il secondo gran premio della Montagna, con passaggio per Madonna delle Carceri (14.45-15.24). Si va poi verso Torrone, salendo verso il suggestivo centro abitato di Crispiero (transito tra le 15.01 e le 15.41). Discesa verso Collina e poi primo passaggio a Castelraimondo, in Corso Italia (ore 15.11 e ore 15.53).
Si prosegue lungo la 361 alla rotatoria di Torre del Parco, sino all’incrocio per Brondoleto (15.13-15.55) da cui si sale verso l’omonima frazione prima e il centro abitato di Corneto poi per arrivare al bivio per Castel Santa Maria (15.15-15.58), frazione scelta come traguardo speciale della tappa. Lasciato il ridente borgo medievale, si prosegue per Vasconi (15.25 i primi in transito), per poi arrivare al bivio per Matelica (15.31-16.15).
Transito in via Cesare Battisti, via Roma, strada provinciale 122 per Gagliole e salita verso Acquosi (15.41-16.27) con arrivo a Gagliole dove è previsto il terzo gran premio della montagna (15.43-16.29).
Discesa fino all’innesto con la provinciale 361 da cui si prosegue per Castelraimondo lungo La Settempedana (15.53-16.40). Svolta in via Roma e volata in Corso Italia con gran finale in piazza Dante (15.54-16-41).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *